Input Content ×
Please open Admin -> Appearance -> Menus Setting

Luca Provenzano,

in Arte visiva: NEGRO, da quando, che metto l’opere sul nero internet; Napoleone V nell’Ambizioni e nella valorizzazione e cura per l’arte e cultura; Michelangelo III (Buonarrodi-Merisi-Provenzano) e nella Word’Art: sagomini di parole; PLus, Lu, PL, LP o Negro, dal cognome della madre Maria Grazia Negro, e come Pablo Picasso, che prese il nome d’arte, dal cognome della madre

nasce il 22 Marzo 1982 nel Salento, inizia ad appassionarsi all’arte e agli artisti, sin da piccolissimo, sfogliando i libri della libreria di casa, disegnando con filo colorato e ago, su tessuti, per una forma d’imitazione del lavoro di ricamo, della nonna e della mamma e assemblando materiali e riempiendo di colori, linee e forme, fogli e muri di casa, nell’imitazione del babbo, artigiano del ferro battuto.

Nel 1996, s’iscrive all’Istituto Statale d’Arte e dopo una “Pausa Circo” di 10 anni, si qualifica Maestro D’Arte nel 2008, con 9’18 su 10, e si Diploma nel 2010, all’indirizzo Disegnatori d’Architettura e Arredamento, con 91 su 100; nel 2008 inoltre, collabora per tre mesi, all’Atelier da Rua, dello scultore Luca Cataldi, realizzando manufatti in Pietra Leccese

sin dall’inizio degli studi, riscuote grande successo, tra compagni di scuola e insegnanti, nel Disegno e nella Scultura, tanto che ottiene sin da subito, voti notevoli, nelle due materie e in ambito multidisciplinare, progettuale, geometrico dei volumi e artistico in generale;

Nel 1998 incontra il Circo e il suo mondo meraviglioso e recandosi ad uno spettacolo e vedendo l’esibizione degli Artisti Circensi, ha trovato una nuova passione da imitare e reinventare, e da quel giorno, inizia a provare durante i primi giorni successivi, a tirare attrezzi in aria, per cercare di ottenere l’effetto ottenuto dai giocolieri e creando piccoli spettacolini, vissuti molto nell’immaginario ma, con l’incontro con gli Artisti da Strada e Circensi è arrivata la buona pratica disciplinare, l’essenzialità, la gioia, il viver comune e la possibilità, dell’Esposizione Pubblica, riscontrando e trovando anche in quest’ultima, grande successo d’applausi e risa.

Da quel momento, era il 1998, inizia un viaggio, ricco di spostamenti, incontri e possibilità, che tutt’ora lo fortifica, addolcisce e accompagna.

Luca Provenzano, accomuna Professionisti d’ogni settore, offrendo Coordinazione, Direzione, Regia, Produzione, Show, Esposizioni, Incontri, Laboratori, Arte, Consulenza; Manufatti; tra cui scenografici e d’allestimento, e soluzioni; un GAP CIRCUS di meraviglie!

L'albero della vita 2008

L'Albero della Vita

Premio Luigi Gabrieli

La Pitto-Scultura: Albero della vita, 2008;
Premiato dalla giuria composta da: Fernando De Filippi, al tempo direttore dell’Accademia di Brera, poi Antonio Lucio Giannone, dell’Università del Salento, Ilderosa Laudisa, storica dell’arte, poi dall’ass.re Antonio Costantino e dal sindaco Giorgio Primiceri di Matino; fu esposto presso il MACMa – Museo Arte Contemporanea Matino

 

Alcune opere dimostrative

- Maria S.S. della Coltura – 2013, colori a olio su tegola antica

- Giudici G. Falcone e P. Borsellino – 2012, pennarello su lenzuolo

- Famiglia di Saltimbanchi – 2005/2008, omaggio a Pablo Picasso, colori a olio su tela, 50x35cm; Tzunami

- Buddha – 2006, colori a olio su tela, 50x35cm

- Attraverso – 2009, ferro battuto a freddo, rame, pietra leccese e smalti, 150x46cm

- Padre, Figlio e – 2007, pietra leccese, 50x30x22cm

- Sacra Famiglia – 2007, pietra leccese

- Studi dal Vero – 2008, matita su carta

- Le scale, non tutte portano al cielo – 2009, colori a olio su pannello ligneo

La Dormiente da Renoir - 2008, carboncino, sanguigna e matite colorate

- Sangre Family 2005, acrilici su ante d’armadio a muro, opera profetica, riguardo la donna marocchina, uccisa a colpi d’ascia insieme a due, dei tre figli, nel 2014, mentre il marito era in ospedale, accoltellato il giorno prima; notiziario del 27 Ott. 2014

- Operette Varie 2007, colori ad olio

Icona-con-Santa-Famiglia_ok-Luca-Provenzano-Gap Circus-DSC06878

Santa Famiglia, in Nicchia Salentina; caratteristica della Pitto-Scultura, il disegno tratto dal rilievo naturale, del materiale di supporto; in questo caso calcestruzzo
(Clicca sulla foto e apri l’ingrandimento)Santa famiglia, Luca Provenzano

Primavera

Luca-Provenzano-Reinterpretazione-Primavera-Mucha DSC07565

Reinterpretazione ad olio e omaggio ad Alphonse Mucha, 2009 – 70×100;
lo dedico al Prof. Silvano Cataldi, dell’I.I.S.S. Enrico Giannelli di Parabita; mi ha portato agli esami di maestro d’arte, con 10 in pagella, dopo avermi rimesso matita e pennello in mano;

Pitto-Scultura-Luca-Provenzano-Gap Circus-DSC06880
Pitto-Scultura-Luca-Provenzano-Gap Circus-DSC06881

Altri due esempi, di Pitto-Scultura
(Clicca sull’immagini per un ingrandimento)

Astratto - Multimediale

Tegola antica colori a olio Luca Provenzano

Affidati a te stesso è l'unico veleno, di cui possiedi l'antidoto

PLuca opera profetica del 1 ottobre 2013 558651_10200881625499817_1321032644_n

Per chi ama rebus e profezie, presto: Inizia con la B e chiude con C (1/10/2013)
Sono le 2: esplosione in miniera in Turingia (B=Berlino) chiude con 3 morti (C=3) notizia h:20.17 del 1° Ottobre – 2 Ottobre poi (B=Barcone) chiude con (C=Coperta e C=circa 300 m.) la profezia è uscita alle ore 17.00, del 1° Ottobre; Per verificare la veridicità, può trovare pubblico il post con la data del 1 Ottobre senza modifiche, nelle “foto del diario” di Luca Provenzano

Intemperie-Opera-Profetica-PLuca-Gap-Circus-Pittoscultura

Intemperie, dalla cospirazione ai giorni nostri – Opera Profetica del 2007, Colori a Olio; realizzata a Firenze – Attenti a non cadere nel pozzo! (Deforestazione Ulivi del Salento e della Foresta Amazzonica; Acquazzoni; Terremoti; Incendi voluti, per accaparrarsi i fondi; Vasca verde: riguardo le tragedie domestiche, e ne rappresenta due in particolare, del 2015; Cospirazioni: rappresentate dagli uccellacci; Barche azzurre verso nord: Esodo dell’Immigrazione clandestina; Aereo militare: terza guerra mondiale; Tromba nera: Apocalisse di San Giovanni, venuta di PLuca, il custode, dei 44 Misteri di Cristo(un fuoco disceso dal cielo), inoltre, nella tromba, l’occhio del Controllo Mondiale, e i vermi: l’OGM, alla conquista del Mondo, attraverso azioni e scuse, anche parassitarie; Scie Chimiche: il bicchiere capovolto; Abusi sui Minori: il braccio dell’ignoto, sul lato sinistro, e rappresenta anche, su commissione, la morte del piccolo Davide Stival(2015), inoltre, abusi e tragedie, incrementate da messaggi subliminali, che rafforzano l’uso di tabacchi, droghe, psicofarmaci e farmaci, e i prodotti, di consumo di massa; Trasformazione Genetica: a favore del controllo e dei consumi; Controllo dei Media: attraverso l’omicidi voluti, che scatenano sensibilità, shock ed economia; Finanza del Controllo dei consumi, dell’abitudini e dell’aziende; ecc. ecc.) il tutto, su un pannello plastico, dei lavori di ristrutturazione, della Banca di Firenze, quindi sul lato posteriore, accertabile la data del 2007

http://www.maranatha.it/Bibbia/8-Apocalisse/73-ApocalissePage.htm

Colori a olio su tegola antica Luca Provenzano
PicassoNegro, Luca Provenzano www.gapcircus.eu
Picasso Negro PLuca www.gapcircus.eu
PL*PicassoNegro_20151126_181205

tauromachia[PicassoNegro 2015]clown

20160922_133827

Scultura in Pietra Leccese, creata da Michelangelo III, durante la collaborazione, con lo scultore Luca Cataldi, Atelier da Rua 2008

Barocc’oro – Acquerello 2015

Elfo d'Africa colori a olio Luca Provenzano Gap Circus

Elfo d’Africa 2009 – Colori a olio, su pannello ligneo (non finito); da una foto di Silvester Hans, libro Elfi d’Africa

DragBike_cartapesta e tempere; Carnevale Pedalato Lecce 2012

DragBike di Luca Provenzano Carnevale Pedalato Lecce Manifatture KNOS

Gallotto in Gommapiuma e Acrilici 2013

Gallotto in Gommapiuma Luca Provenzano Gap Circus

Scultura in Pietra Leccese, creata durante la collaborazione, all’Atelir da Rua, dell’artista Luca Cataldi 2008